Il Politecnico di Milano apre le porte a DBA

Il Politecnico di Milano apre gli ingressi dei propri edifici ai tecnici di DBA Progetti e a quelli dello Studio Zaccarelli di Milano. Sono previsti interventi per l’adeguamento alle normative antincendi su più di 80 edifici all’interno dei Campus di Città Studi, Bovisa e Cremona. Gli edifici ospitano in generale attività scolastiche, uffici, laboratori, spazi per l’attività didattica e di ricerca specialistica, spazi per impianti tecnologici, spazi per pubblici spettacoli, autorimesse, archivi e depositi. Le due società hanno il compito della progettazione antincendio per ottenere il parere di conformità dei Vigili del fuoco e dell’adeguamento alle normative di prevenzione incendi.

L’incarico, gestito dal personale delle sedi operative di Milano, viene svolto con l’utilizzo per tutta la durata della commessa della piattaforma web-based di Project & Asset Management, uno strumento che consente al Politecnico e alle due aziende il controllo costante delle attività e dei processi, il coordinamento di tutti gli attori mettendo in condivisione dati e documenti in aggiornamento continuo, la verifica della programmazione fisica ed economica, il controllo degli avanzamenti e dello stato dei processi con evidenza di quelli critici o in attesa di completamento. Questa piattaforma web-based di Project & Asset Management è stata sviluppata da DBA Lab, società del gruppo DBA, e permette di gestire e controllare attività e processi riferiti in particolare ad interventi Multi Site o Multi Project.

Grazie alla joint-venture tra DBA Progetti e STZ si è potuto coniugare ed integrare l’esperienza pluridecennale di una società specializzata in ambito di Prevenzione Incendi (STZ), con il know-how specialistico e gli strumenti software innovativi di gestione dei processi ed in particolare di Project & Asset Management (DBA). Entrambe le società hanno potuto maturare varie esperienze nell’ambito specifico della Prevenzione Incendi, anche grazie alla collaborazione dei Comandi italiani ed all’esperienza dei professionisti delle due società, qualificati anche come membri del Comitato Centrale Tecnico Scientifico per la Prevenzione Incendi presso il Ministero degli Interni (CCTS), nonché membri di varie Commissioni per lo studio e la revisione delle normative antincendio.

Approfondisci

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email